News Chieti-Pescara
Vitivinicolo - 04 nov 2016

Testo Unico del Vino: ottimo lavoro di squadra, ora tempi rapidi per l'approvazione definitiva.

Così la filiera vitivinicola rappresentata da Cia, Confagricoltura, Alleanza delle cooperative agroalimentari, Uiv, Federdoc, Federvini e Assoenologi commenta il via libera al documento della Commissione Agricoltura della Camera. "Il Testo unico del vino è il risultato di un ottimo lavoro di squadra, condiviso da tutte le organizzazioni rappresentative della filiera vitivinicola italiana. La politica ha dimostrato grande capacità di ascolto e di confronto, ma anche di decisione per offrire ai produttori un testo che va nella direzione della razionalizzazione e della semplificazione. Il documento contiene elementi di innovazione importanti per sostenere la competitività del settore vitivinicolo la cui bilancia commerciale sull'export è in attivo di oltre 5 miliardi". Così la filiera vitivinicola rappresentata da Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Alleanza delle cooperative agroalimentari, Unione Italiana Vini, Federdoc, Federvini e Assoenologi ha commentato il via libera della Commissione Agricoltura della Camera dei deputati al Testo unico sul vino. "Ora -ha aggiunto la filiera- è importante procedere in tempi rapidi all'approvazione definitiva, così che il settore possa contare su questo importante strumento di semplificazione per le imprese". "Riteniamo, infine, doveroso ringraziare il relatore del provvedimento, l'onorevole Massimo Fiorio -ha concluso la filiera- per il paziente e proficuo lavoro svolto, che ha portato all'approvazione di un testo fortemente condiviso". Cia Nazionale



News Chieti-Pescara
Vitivinicolo - 01 nov 2016

Informativa OCM VINO Investimenti: scadenza al 28 Febbraio 2016

OCM VINO Piano regionale della misura Investimenti dell OCM vitivinicolo della Regione Abruzzo ai sensi dei Regolamenti CE n. 1308_2013 n. 555_2008 e del Decreto n. 1831 del 04.03.2011 e s.m. e i. Avviso pubblico per la Campagna vitivinicola 2015_2016. Scarica l'informativa Cia Abruzzo

Visualizza Allegato

News Chieti-Pescara
Vitivinicolo - 04 giu 2016

la Cia al Vinitaly: "il nostro mondo del vino dentro e fuori la bottiglia"

La Cia con una serie di iniziative. in allegato il programma degli eventi, che si terranno presso l’area meeting dello stand Cia e presso l’area talk show dello spazio MIPAAF in occasione del Salone Vinitaly 2016. Inoltre vi segnaliamo che gli eventi promossi dalla Cia sono consultabili on-line sul sito internet www.vinitaly.com nella sezione “la parola alle aziende”, collegandosi al seguente link: http://www.vinitaly.com/it/news/parola-alle-aziende/ Organizzazione Cia

Visualizza Allegato

News Chieti-Pescara
Vitivinicolo - 03 mar 2016

200 AGRICOLTORI HANNO AFFOLLATO IL CONVEGNO DI CIA CHIETI PESCARA IN DIFESA DEL MONTEPULCIANO D’ABRUZZO

Mercoledì 2 marzo, all'hotel Villa Medici di Rocca San Giovanni, doppio incontro dedicato al vino Dalle novità legislative al mercato: il mondo del vino, alle prese con un momento di grande cambiamento, sotto i riflettori accesi dalla Cia Chieti Pescara nel corso di un doppio incontro organizzato presso l’Hotel Villa Medici a Rocca San Giovanni nel pomeriggio di mercoledì scorso, 2 marzo 2016. L’incontro è partito con il seminario tecnico “Autorizzazioni impianto e reimpianto vigneti. Il nuovo sistema dei registri in cantina” e poi, a seguire, c’è stato il convegno “Il Montepulciano d’Abruzzo e le sfide di mercato: il ruolo del protagonisti. Gli sviluppi della Ocm unica dopo la riforma del settore vitivinicolo”. Si è partiti, dunque, con meeting più tecnico, per poi passare a una riflessione approfondita sul Montepulciano d’Abruzzo, in un momento in cui è in ballo la discussione sulla denominazione di alcuni vitigni tra cui proprio il nostro Montepulciano. Ad affrontare il tema sono stati l’assessore regionale alle Politiche agricole Dino Pepe, il presidente Cia Abruzzo Mauro Di Zio, il presidente Cia Chieti Pescara Nicola Antonio Sichetti, il direttore Cia Chieti Pescara Alfonso Ottaviano, il responsabile vitivinicolo della Cia nazionale Domenico Mastrogiovanni e Carmine Masoni della Cia Abruzzo. Ad ascoltarli circa 200 agricoltori del settore, tra cui il vice presidente della cantina Rinascita Lancianese, Domenico Bomba, e il presidente della Cantina di Paglieta, Angelo Di Giulio, che hanno preso la parola insieme a molti altri interventi. In provincia di Chieti si trovano i due terzi della superfice vitata abruzzese e della produzione vinicola. Il territorio provinciale, inoltre, ospita la quasi totalità del mondo cooperativo ed associativo del settore, oltre che eccellenze del privato. La Confederazione italiana degli agricoltori ha voluto dire la sua sui cambiamenti normativi che stanno investendo il mondo del vino. Dalle nuove norme sulla etichettatura, ai registri telematici, alle menzioni aggiuntive, alle limitazioni per i piccoli produttori, alla paventata liberalizzazione dei vitigni “su cui – ha sottolineato il presidente Cia Chieti Pescara, Nicola Antonio Sichetti – siamo fortemente impegnati, anche a livello nazionale, a far sì che ciò non avvenga”. Apertura al nuovo, ampiezza di vedute, ma anche difesa del vitigno simbolo della nostra regione, il Montepulciano, che rappresenta il 54,33% dell’intero patrimonio vitivinicolo abruzzese. Nell’opera di tutela e valorizzazione del Montepulciano, Cia sottolinea anche come giochi un ruolo fondamentale la cooperazione. Quanto al tema della diversificazione delle produzioni e la loro tutela, che spinge verso una valorizzazione dei territori a discapito – sembrerebbe ma a leggere bene non è così – dei vitigni, Cia propone la sua strada: diversificazione territoriale, mantenendo però la centralità del Montepulciano. E dunque è vero che per accrescere la competitività del nostro vino occorre diversificarne la provenienza. Ma, rispetto a un mercato sempre più attento alle diversificazioni, l’unico aspetto su cui i viticoltori abruzzesi possono incidere è quello del territorio. “Il nostro vitigno principe, il Montepulciano, rappresenta per l’Abruzzo il miglior ambasciatore nel mondo”, ha ribadito anche l’assessore Dino Pepe. “Riusciamo a comunicare l’Abruzzo attraverso il Montepulciano. Partendo da questo dato abbiamo intenzione di sviluppare anche una serie di azioni virtuose a livello di comunicazione, che ci possono consentire, ad esempio, attraverso le etichette delle nostre bottiglie di comunicare l’Abruzzo. Come il Qr code inserito nell'etichetta per accedere alle bellezze del nostro territorio”. “Montepulciano ambasciatore d’Abruzzo”, ma anche, all'inverso, “Abruzzo ambasciatore del Montepulciano”, ha concluso il presidente regionale Cia Mauro Di Zio, auspicando cioè una difesa del vitigno da parte dell’intero territorio. Cia Chieti-Pescara



News Chieti-Pescara
Vitivinicolo - 01 mar 2016

Ristrutturazione e Riconversione Vigneti 2015/2016. informativa della Cia

Avviso pubblico in Abruzzo per il piano 2015/2016. Scadenza 28-01-2016. Leggi l'informativa allegata. Cia Abruzzo

Visualizza Allegato

News Chieti-Pescara
Vitivinicolo - 10 ott 2015

Dichiarazione di vendemmia e produzione vino 2015-2016

Un mese in meno per predisporre la dichiarazione di vendemmia e produzione vino 2015-2016. La scadenza è fissata al 15 Dicembre 2015. Leggi gli approfondimenti nella scheda allegata. Cia Chieti

Visualizza Allegato

LA CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI (CIA) E' UN'ORGANIZZAZINE LAICA ED AUTONOMA DAI PARTITI E DAI GOVERNI.

Opera in Italia, in Europa e a livello internazionale per il progresso dell'agricoltura e per la difesa dei redditi e la pari dignita degli agricoltori nella societa Organizza gli imprenditori agricoli e tutti coloro che sono legati all 'attivita agricola da rapporti non transitori. La Cia si articola in associazioni di categoria, istituti e societa che operano per la sicurezza alimentare e la salvaguardia dell'ambiente, nel campo dell'assistenza previdenziale, sociale, sanitaria, fiscale e tributaria, della consulenza tecnica, della formazione, dell'assicurazione, dell 'agriturismo, dell'agricoltura biologica e per la tutela degli anziani, delle donne e dei giovani La confederazione ha rappresentanti nei -'maggiori organismi internazionali, comunitari, nazionali, regionali e provinciali

Sedi Regionali